mani in pastaProsegue la tournée della Banda Riciclante in Toscana. Dopo la tappa al Comune di Scandicci è la volta dell’Istituto “G. B. Mazzoni” di Prato dove i ragazzi si sono confrontati con diversi laboratori creativi.

Il laboratorio di SOSTENIBILITA’ AMBIENTALE stimola e sensibilizza verso lo sviluppo sostenibile e stili di vita consoni a preservare il futuro del nostro pianeta, comunicando semplici ma fondamentali comportamenti individuali per la riduzione dei rifiuti, le diverse tipologie di questi, ciò che si può riciclare e cosa no e il completo ciclo di rivalorizzazione dei materiali di uso più comune.

Il laboratorio MUSICALE RICICLANTE propone un tipo di lavoro ludico-espressivo, e mette in campo le competenze della improvvisazione e della composizione collettiva. L’utilizzo delle percussioni rende immediata la comprensione di dinamiche sonore e relazionali, e soprattutto la possibilità di replica dei giochi proposti, o anche solo la creazione di un brano autoprodotto.

Queste attività rappresentano una risorsa che è strumento potenziale per la ricerca del benessere e della espressione degli individui. Gli strumenti utilizzati provengono in larga parte dal riciclo creativo, sull’approccio a prassi musicali di altre culture in un’ottica trasversale anche ai generi musicali tradizionalmente intesi.
Il punto culminante si è avuto nella parata-concerto che hanno tenuto i ragazzi della scuola, rendendo quindi partecipe il pubblico del training e delle pratiche musicali affrontate nel percorso.

 

La Banda Riciclante è in giro per le scuole toscane con lo scopo di sensibilizzare i ragazzi delle scuole secondarie di primo grado sui temi della raccolta differenziata, del ciclo e riciclo dei prodotti, del risparmio energetico e la riqualificazione di aree pubbliche. Dopo la scuola media “G. Rodari” di Scandicci sarà la volta di Prato e Barga (Lucca) con due scuole coinvolte:  l’Istituto “G.B.Mazzoni” di Prato e l’Istituto comprensivo di Barga (Lucca).

banda riciclante

Stiamo coinvolgendo i ragazzi delle scuole e tutti i cittadini anche in opere di risanamento e anti degrado che permettono un migliore utilizzo a scopi sociali degli spazi.

Proprio a Scandicci con i ragazzi della scuola Gianni Rodari stiamo realizzando un salotto riciclante, un sistema composto da cassette in legno per l’imballaggio e trasporto delle bottiglie di vino e altri materiali di recupero.

Attraverso l’assemblaggio di questo materiale è possibile realizzare varie tipologie di arredo da giardino: sedute singole, panchette, contenitori per la coltivazione delle piante, totem, segnaletica, bidoni per la raccolta differenziata, tavolini e tavoli… Le cassette permettono la realizzazione della struttura portante di questi sistemi di arredo che successivamente possono essere rifiniti e rivestiti a piacimento attraverso l’applicazione di altri materiali di recupero e riciclo.