Scritto il 16/04/2013

salotto riciclanteDopo le tappe di Roma e L’Aquila siamo arrivati a Falconara Marittima, ultima tappa della nostra seconda Tournèe.  Siamo ospiti da ieri e fino al 17 aprile della scuola secondaria di primo grado “C. G. Cesare” dove con circa 40 ragazzi ci stiamo cimentando con laboratori su ecologia urbana, riuso dei materiali e laboratori musicali.

L’evento conclusivo è previsto per domani, mercoledì 17 aprile alle ore 17 con l’installazione delle isole riciclanti presso il parco Kennedy.

Ieri abbiamo incontrato l’Assessore all’Ambiente Matteo Astolfi per un’intervista insieme a Laura Faccenda del Centro di Educazione Ambientale: stiamo cercando di coinvolgere le Istituzioni nell’azione di sensibilizzazione sui temi del riuso e riciclo, raccolta differenziata e risparmio energetico, ecologia e riqualificazione urbana.

Dopo Falconara Marittima faremo rientro a Bologna per preparare la prossima tournèe.

Segui la banda riciclante su Facebook e su Twitter

Scritto il 15/04/2013

 

Ancora interviste ai protagonisti di Banda Riciclante. È la volta di Voda che al termine della tappa di Prato, ci ha lasciato le sue impressioni sul laboratorio di Ecologia Urbana appena concluso . Ecco cosa ci ha detto:

veda banda riciclante

La scuola si è presentata ai nostri occhi una struttura molto interessante e interessata ai laboratori della Banda Riciclante. Abbiamo notato una grande apertura all’interculturalità e alle esperienze extra scolastiche. Le professoresse poi erano euforiche e molto disponibili alle nostre richieste.

Il tempo a nostra disposizione era troppo poco purtroppo. Dei due giorni di lavori, nel primo abbiamo svolto il laboratorio di musica e quello di energie alternative. Il secondo giorno abbiamo lavorato su due laboratori per preparare i ragazzi all’evento finale, la parata.
Il salotto è riuscito alla perfezione, a mio parere molto bello. Sarà sicuramente molto apprezzato quando lo useranno.

La parata è stata fatta all’interno della struttura causa maltempo.  Le insegnanti e la preside sono state comunque contente di aver dato la possibilità ai ragazzi di  partecipare a questa esperienza.